img_5556-5558

Mattinata M-E-M-O-R-A-B-I-L-E  oggi a Villa Ada dove, ben 189 atleti si sono cimentati nel durissimo Roma Trail Villa Ada organizzato per il secondo anno consecutivo dalla A.S.D. Virtus Villa Ada capitanata dal mitico Max Carpentieri.

In genere i ringraziamenti sono alla fine ma in questo caso è doveroso iniziare questa cronaca esprimendo gratitudine verso le persone senza le quali “tutto questo non sarebbe stato possibile”.

Ed è quindi ringraziando Max e il suo “braccio destro” Giancarlo Boccacci che vogliamo iniziare questa cronaca. E’ grazie alla loro volontà, tempo, forza e determinazione che tutto questo è stato possibile. Senza le loro “pulizie notturne”  i sentieri sarebbero ancora un groviglio inestricabile di piante e rovi e se oggi tutti i runners hanno trovato un percorso duro ma sicuro questo è merito in particolare di questi due uomini.

Grazie a tutti gli uomini e le donne della mitica VVA che hanno aiutato a più riprese Max e Giancarlo. Ognuno ha fatto il suo e oltre: abbiamo visto in questi ultimi giorni ragionieri diventare grafici, avvocati zappare, psicoterapeute fare le fotografe, informatici diventare fiorai (esperti in ciclamini), dentisti boscaioli e architetti facchini. Insomma grazie a tutte le donne e gli uomini della Virtus. Senza il loro aiuto e sostegno tutto questo non ci sarebbe stato!

preparazione_trail_2016_1

Non chiediamo agli altri quello che non vogliamo fare noi …

img_5504

Preparativi pre-gara

Grazie agli sponsors. Fashion Sport che ha sostenuto la manifestazione come sponsor tecnico, Caffè Morganti , Squadra Credit, Aria Sport Somalia, Arcobaleno 85, e 360 Gradi in Medicina.

E grazie anche alla partecipazione attiva di Sport Senza Frontiere.

Grazie ai volontari: bambini, genitori, nonni, cugini, parenti e amici. Grazie per il vostro prezioso aiuto. Siete i “commissari di gara” migliori che si possa mai desiderare su un percorso di gara. Attenti, gentili, appassionati. Chapeau.

Ultimi controlli...

Ultimi controlli…

Grazie alla Protezione Civile e alla Sanità Service s.r.l. per la loro professionalità e il loro sostegno.

Last but not least grazie a tutti gli atleti, dal primo all’ultimo, che hanno partecipato con passione e serietà a questo trail. Il vostro sorriso e i vostri ringraziamenti a fine gara sono stati per noi una cosa bellissima! Grazie. Grazie. Grazie.

 

 

img_5565-1

Primo km

Passiamo ora alla cronaca della gara vera e propria: 189 atleti iscritti

Partenza dal laghetto alle 9.25, dopo i primi due km in gruppo si inizia a salire e le scale creano subito una prima selezione. Le gambe iniziano già a bruciare ma siamo solo all’inizio! Si sale, sale, sale e si arriva attraverso passaggi stretti e tecnici sotto l’ambasciata d’Egitto. Si continua con un saliscendi che spezza il fiato ma finora questa è la parte più facile. Il tratto duro deve ancora venire! Un breve tratto di strada battuta e subito ci ributta dentro il bosco.
Tronchi, rovi, fango. Tanto fango. Si arriva al galoppatoio, brusca virata e giù un un sentiero in discesa dove è difficile superare e dove ogni passo si rischia di scivolare. Quasi a metà gara. Ora arriva la parte brutta. Una parete scoscesa e fangosa molto molto difficile. C’è una corda di aiuto ma i primi decidono di non utilizzarla. Si va giù a cannone e quello che succede succede… Fortunatamente nessuno si fa male seriamente, qualche piccolo infortunio ma niente di grave. Rassicuriamo i parenti a casa.
Poi di nuovo un po’ di scale, per non farsi mancare la seconda dose.

img_5763

La gara intanto continua, si torna al pratone vicino al laghetto, ma prima … altra discesa da brivido. Il ristoro! Acqua, ISO e via!
Inizia la seconda parte. Alla fine del pratone ricomincia la salita. Si riprende nel bosco. Si sale, sale, sale. Poi finalmente ricomincia la discesa, tratto spettacolare nel bosco qualche rampetta insidiosa e dopo una salita c’è sempre una discesa … tremenda, di nuovo la corda. Stavolta in molti la usano, le forze non ci sono quasi più! Si torna sulla strada battuta e conosciuta.
[/column_half_last]

Da qui finalmente si torna senza più difficoltà. E invece no! Brusca svolta a destra, aaah! Un guado!!!
Qualcuno sceglie di passare dentro l’acqua, ci si bagna ma è più veloce e più sicuro, molti decidono di affrontare scivolate e fango e scelgono di costeggiare il guado. Si rientra nel bosco. Ultima salita, ultima discesa (questa volta veramente ultima), si ritorna sulla pista battuta che costeggia il prato, ecco il laghetto, il portale dell’arrivo….E’ finita!!!!

“Mai avrei pensato di trovare un trail così tosto nel cuore di Villa Ada, nel cuore di Roma” ci ha detto un atleta. “Tostissimo ma bellissimo” le parole di un altro.

Grazie a tutti!!

Forza Virtus Villa Ada

 

P.s. Per l’atleta che ci ha detto “pure il tronco in mezzo ci avete messo!”: giuriamo che almeno su quello noi non c’entriamo nulla!

P.p.s Restate collegati, a breve pubblicheremo la graduatoria definitiva

img_5786

8 comments

  • sandro

    Edizione spettacolare,bella vera,Bravi ragazzi!

    Rispondi
  • Piero salvatore canalis

    Un trail molto tecnico e ben curato, quasi un percorso di guerra, non è mancato nulla, organizzazione impeccabile sicuramente fatta da professionisti e soprattutto da appassionati, ristoro ottimo. Grazie a tutti.
    Piero

    Rispondi
  • ombretta spuri

    Complimenti sul serio, ci siamo divertiti, abbiamo respirato profumo di mentuccia per tutto il percorso, siamo stati coccolati ed incitati da tutti i volontari, abbiamo gustato un ristoro di lusso. Grazie veramente.
    Ombretta

    Rispondi
  • daniele

    ragazzi dove è possible vedere la classifica?

    Rispondi
  • Stefano Mica

    Complimenti per l’organizzazione del trail. Io ho trovato il percorso molto divertente ed immagino che organizzare un trail con anello unico di 12km in un parco cittadino sia assai complicato. Viste le difficolta’ lo ho trovato molto ben segnalato con adetti ad indicare la direzione nei punti chiave.
    Ho visto che alla classifica mancano i tempi. Saranno disponibili (anche in forma parziale o non ufficiale) ?

    Rispondi
  • daniele

    a quando le foto?

    Rispondi
    • A breve!

      Rispondi

Leave a comment