Il 2016 è arrivato agli sgoccioli ma non può passare senza che ci sia il riepilogo della 45° Corri per il Verde che nelle sue quattro tappe ha visto impegnati molti atleti della Virtus Villa Ada.

Il ritardo nell’articolo non rende purtroppo giustizia a quanto espresso dalla squadra che ha risposto ancora una volta compatta alla chiamata del Presidente, recentemente rinnovato nel suo incarico.

Sono attesi provvedimenti nei confronti della redazione, colpevole di omissione d’atti d’ufficio e le ultime indiscrezioni portano a pensare che il programma per la preparazione della Maratona sarà opportunamente rivisto con diverse pene in termini di chilometri e tempi.

Ma veniamo al succo, la quarta ed ultima tappa si è svolta nella bellissima Area Archeologica della Villa dei Quintili e ha visto impegnati quindici Virtuosi nelle categorie maschili e la irrefrenabile Silvia B. per la quota rosa. Da non dimenticare la presenza della nostra Benedetta, Virtuosa per affetto.

Altra ottima prestazione per Silvia, giovane atleta che ha dimostrato grande attaccamento alla maglia partecipando alle campestri con encomiabile passione. Il risultato è notevole e la vede ottava di categoria nella classifica finale per le quattro tappe.

Come miglior risultato deve essere assolutamente segnalata la prestazione di Fausto Oricchio che con estrema nonchalance si è presentato all’ultima tappa e ha piazzato un secco primo posto di categoria. Enorme come sempre il nostro Fausto.

Tra i maschietti si è distinto il piè veloce Raffaele che, con il suo 37° posto assoluto in questa gara, ha raggiunto un fantastico quarto posto nella classifica finale della sua categoria.

Subito a ruota il “culo di piombo” Masotta che smentendo clamorosamente il suo appellativo ha portato a casa un eroico ottavo posto di categoria.

Imperiosa anche la prestazione di Petrone che ha dimostrato ancora una volta la sua passione per le gare nel verde.

Grande l’impegno del resto della squadra composto da Biscotti, Boccacci, Bucra, Carpentieri, Dell’Armi, Favarò, Mariano, Passarelli, Rancini e Vecchia D.

Purtroppo non può essere elusa la prestazione appannata del Corona che, cazziato pubblicamente dal Presidente, ha mosso le sue gambette solo nell’ultimo dei tre giri della gara, adducendo come scusa la mezza maratona del giovedì precedente.

Le malelingue insinuano che per questo motivo, in quanto componente della redazione, abbia tentato di sabotare la scrittura dell’articolo determinandone l’inaccettabile ritardo.

 

Questa quarta tappa si è chiusa con il miglior punteggio preso e ha portato la Virtus Villa Ada ad un fantastico SESTO POSTO nella classifica generale di società.

Grazie a tutti gli atleti che in queste quattro domenica hanno generosamente gareggiato con i colori bianco, arancio e blu!!!

I Tappa

II Tappa

III Tappa

 

p.s. stava per sfuggire una cosa importante: la presenza dei nostri amici Leprotti di Villa Ada.

 

 

Leave a comment