di Daniela Cavalieri Foschini, Roberta Di Vito e Vita Alba Stabile.



Questa volta molta meno fatica del  solito… Finalmente correre torna ad essere divertimento e piacere allo stato puro.
Il contatto con la natura forse? Il mio fisico che torna in sé? I miei amichetti preferiti?
No quest ultima sicuramente no….. .
Una che parte a 2000 e dopo il secondo km non si vede più ……. l’altra poi …. anche lei subito se ne va ma dopo il terzo (o forse quarto) km la recupero alla grande e con lei vado fino alla fine ……. e che fa lei per ringraziarmi??  Mi taglia il traguardo 11 secondi prima di me !!!!!! Naaaaaaa !!!! Ma che amiche ho!!!! La cosa pazzesca poi e che le amo proprio per come sono! Un piccolo rammarico ce l’ho …. non aver aspettato il mio amichetto preferito ma sono certa che saprà perdonarmi. Lui sa bene più di chiunque altro da quanto tempo la corsa per me non era più un piacere ……. e oggi finalmente dopo mesi di sola fatica .. la testa il cuore e le gambe erano lì con me a regalarmi attimi di felicità allo stato puro! Grazie amici miei.
Daniela

 

Bellissimo percorso ma una fatica bestiale! Si parte subito con quasi 5 km su un letto di un fiume prosciugato pieno di sassi, solo sassi,ovunque.. e addio le caviglie! Ero partita con l’idea di spingere un po’, ma anche no, e finisce a tarallucci e vino come sempre. Iniziano i 500 metri di dislivello in meno di 2 km…e addio gambe! Per fortuna ho con me i miei due compagni di viaggio Gius e Danielona,  mentre Vit è già fuggita via come una scheggia. La prendiamo a ridere, con un sali e scendi sul terreno che è ancora solo sassi, arriviamo al 16°km con una continua gara fra noi tre,che ci diverte e ci distrae … giù dalla rocca in picchiata per 3 km e si arriva al traguardo tutti insieme. Una bellissima giornata di sport e amicizia.
Roberta

Correre in montagna è un’esperienza che non ti delude mai, ogni volta che il rito si ripete, hai nuovamente l’occasione di immergerti all’interno di paesaggi selvaggi ed incontaminati. L’anello del Brigante (solo il nome è tutto un programma) è stata una bellissima sfida affrontata con molta determinazione, più di un pizzico di follia e tanta allegria da me e dai miei fantastici compagni di tante avventure, Roberta, Daniela, Giuseppe, ed a chiudere, ma non meno importanti, Martina e Roberto. Che ci hanno sostenuto alla grande. Finisco dicendo che potete attraversare fiumi, gole e come, ma mai calpestare i ciclamini. With love.
Vitalba

Leave a comment